La contradanza cubana è un genere di danza popolare che si sviluppa nel XIX secolo grazie all’influenza europea e veniva ballato dalla borghesia.
Dal punto di vista coreografico si basa quasi totalmente sulla contradanza spagnola, in particolar modo tra le figure principali troviamo in entrambe le seguenti:
Paseo,
Cadena,
Cadena sostenida
,Latigazo,
Lazo
Ala,
Alemanda
,Rueda
,Ocho
,Cedazo
Diversi musicisti sostengono che dal punto di vista musicale si basa invece sulla contraddanza francese in quanto molti francesi entrarono a Cuba durante la rivoluzione Haitiana e portarono notevoli cambiamenti alla musica dell’epoca.
Inizialmente era basata su molte figure e composta da diverse coppie di ballerini che si coordinavano ed eseguivano le figure chiamate dal Bastonero, una persona che scandiva il tempo percuotendo un bastone sul pavimento e chiamava le figure (quello che oggi in rueda viene chiamato cantante), ma non ballava.
Il passo basico (tresillo) era formato da tre passi: 123 pausa 123 pausa, ecc.
Questo passo terzinato deriva dal valzer e più precisamente dal valzer viennese, e viene poi tramandato alla Danza, al Danzon, al Son, al Danzonete, al Cha cha cha e per finire al Casino, quello che oggi chiamiamo Salsa, ovviamente con varianti coreografiche e con evoluzioni che rispecchiavano l’epoca storica del momento.
I balli che si sviluppano dopo la contradanza, suddivisi tra il XIX ed il XX secolo, sono i seguenti:
XIX secolo:
Danza
 Danza Habanera 
Danzon
XX secolo:
Son
 Danzonete
 Cha Cha Cha
 Casino o Salsa
Durante la prima metà del XIX secolo, la Contradanza dominò le scene musicali cubane al punto che tutti i compositori dell’epoca provarono a scrivere pezzi di contradanza. Il più noto tra tutti è Manuel Saumell Robredo che ne scrisse più di 50.