Image Not Found On Media Library
Image Not Found On Media Library

K – Cosa è KALE?

Niente di più semplice, ma niente di più difficile da spiegare…
Qualcuno può pensare che KALE sia un acronimo del tipo K.A.L.E., qualcun’altro ha visto il diminutivo ALE del mio nome Alessandro, qualcun altro ancora ha pensato all’ordine delle iniziali di alcune coreografie ed io ho pensato invece che avevate tutti ragione in fondo; in un modo o nell’altro avrebbero avuto senso tutte quelle spiegazioni, ma andiamo oltre…esageriamo pure!

E’ evidente a chiunque che questo non è altro che un neologismo, ovvero una parola inventata in qualche modo con un significato intrinseco più o meno scrutabile tra le lettere o nell’insieme delle stesse. Bisogna tuttavia considerare che se il significato della parola KALE fosse cosi plausibilmente evidente, lascerebbe un po’ a desiderare per lo spettatore colto ed acuto , il quale si aspetterebbe un qualcosa di più profondo ed enigmatico. E difatti di un piccolo enigma si tratta. Uno dei giochi di enigmistica che più si addice al contesto di cui stiamo parlando è il Rebus. Ora non voglio sfidarvi in un gioco aguzza la vista o ingegna la tua mente per comprendere l’incomprensibile, ma se parliamo di un significato intrinseco di un neologismo legato palesemente ad un progetto coreografico di almeno 15 anni, il Rebus che lega immagini, contestualizzazioni di fatto e storiche, disegno e conoscenza generale può essere il giusto approccio del presente caso.

Se presento un insieme di spettacoli e coreografie legate a questo marchio, forse è palese che all’interno di ogni espressione artistiche mostrata nei vari palcoscenici contiene un pezzo di KALE (o forse il contrario?..mmmh)

Proviamo ad analizzare la prima lettera della parola “K”

La “K” è una lettera molto particolare con caratteristiche fonetiche uniche. Innanzi tutto non appartiene direttamente al vocabolario tradizionale italiano, ma è stata introdotta di recente (la parola ‘recente’ ha una sua collocazione precisa).
Tuttavia è presente in moltissimi altre lingue e dal punto di vista fonetico è abbastanza solida nella sua pronuncia.
Persino la sua forma trasmette stabilità e forza, sembrando quasi una struttura architettonica portante come fosse un’impalcatura capace di sostenere tutto.
Se provassimo a rifletterla orizzontalmente la cosa non cambierebbe e se la capovolgessimo otterremo il medesimo risultato. Molto più interessante sarebbe analizzarne il suo aspetto se la ruotassimo in senso orario di 90°: sembrerebbe una tavola oppure un asse orizzontale comunque stabile oppure una bilancia, oppure una trave in equilibrio sopra un bipiede. Insomma ‘stabilità’, ‘equilibrio’, ‘forza’, ‘impalcatura’, ‘bilanciamento’ sono le parole dominanti. Forse siamo sulla strada giusta per svelare il mistero :-).

Proviamo a notare anche il fatto che la lettera “K” è composta da 3 stanghette di cui 2 convergenti a 90°, mentre la più grande costruisce 2 angoli di 45° e 1 di 180° oppure di 4 stanghette concentriche poste ad angolature specifiche di 2 a 45°,1 a 90° ed 1 a 180°. Non voglio annoiarvi con stesure numerologiche, ma questi dati per qualcuno potrebbe avere dei significati particolari…

Sul piano fonetico di base la pronuncia è sempre solida in qualsivoglia lingua; anche se può essere sentita con una dizione più o meno forte comunque non sarà mai pronuciata con il suono “ci” o “ce”, tuttalpiù con il suono “ch”.

Dunque KALE è un acronimo o cosa?

  • Sarà mica K(kalimando)-A(acqvatika)-L(luna)-E(?), mah…
    Ma le possibilità son tante:
  • K(?) – Ale
  • KA che potrebbe dire tutto e niente
  • KAL un altro modo di scrivere Calorie? Una nuova forma dietetica?
  • K-AL, sembra la nuova versione di AL-9000 (2001 Odissea nello Spazio – Kubrick)
  • A.L. manca sempre la E?

E’ interessante come la lettera “K” risulti sempre veicolante nella contestualizzazione.
Chi più ne sa più ne metta.

E se la “K” volesse solo marcare un comune denominatore? Se fosse solo un centro di congiunzione artistica che racchiude l’essenza di un progetto iniziato molto tempo fa ed in continuo sviluppo? Un progetto stabilmente costruito su basi in continua crescita ed espansione alla ricerca di nuovi contenuti e di nuove scoperte?

E se Volessimo solo trasmettere il concetto legato al rapporto causa-effetto di qualsiasi azione da più punti di vista?

Conoscere significa diventare esperti a tal punto da usare la consapevolezza con la stessa disinvoltura e certezza con la quale sappiamo che ciò che seminiamo, inevitabilmente crescerà e porterà i frutti corrispondenti, che tutto è ciclico e che l’arte è una composizione di azioni strutturate in un certo buon senso.

E’ inutile ripetere: ciò che si usa si sviluppa e ciò che non si sviluppa, deperisce; ed è altrettanto scontato affermare che questo concetto è espandibile a tutto ciò che è materia e non …almeno all’apparenza.

Il lungo processo di sviluppo ha portato a traguardi sempre più arditi, a volte anche forse un po’ azzardati, ma almeno sempre un passo avanti rispetto il consueto.

Beh … l’arte è proprio questo: un veicolo in espansione ed in viaggio verso una metà che il lettore comune comprenderà solo poi, mentre il più scaltro ne avvertirà la vibrazione in anticipo.

Qualcuno disse che in questo mondo o in questa dimensione tutto vibra, tutto è coinvolto in una eterna vibrazione. Sulla base di questa teoria comprovata, KALE diventa una recondita memoria di una qualsivoglia vibrazione che marca il segno, senza rimanere solo nell’ovvietà, ma aprendo le idee artistiche ed individuali verso una visione di chi siamo, cosa saremo e come arrivarci.

Il cammino è lungo per completare ciò che non ha mai fine, ma almeno riuscire a stare al passo con i tempi è già qualcosa.

Sono progetti artistici collegati l’un l’altro da piccoli ‘link ipertestuali’. Alcuni toccano argomenti più folklorici, altri un po’ più filosofici, ma sono state comunque opportunità per chiunque coinvolto in qualsivoglia ruolo al fine di far parte dell’intero proselito di conoscenza artigianale e poi artistica.

Non è bello ciò che è bello all’apparenza, ma solo ciò che ha un senso e una coerenza.

LOGOS

I marchi di alcuni spettacoli

IL NOSTRO TEAM

Artistco & Professionale
  • Artista ed ideatore del progetto KALE

    Dancer&Choreographer&Tambor - Artista ed ideatore del progetto KALE

    Image Not Found On Media Library
    Dancer&Choreographer
  • Ballerina Partner

    Ballerina

    Image Not Found On Media Library
    Ballerina
  • Supervisore Artistico

    Pittore e scultore polivalente - Supervisore Artistico

    Image Not Found On Media Library
    Pittore e scultore polivalente
  • Supervisore Tecnico

    Professore di Danza Moderna e Folklorica cubana - Supervisore Tecnico

    Image Not Found On Media Library
    Professore di Danza Moderna e Folklorica cubana
  • Collaborazione ritmica

    Percussionista Internazionale - Collaborazione ritmica

    Image Not Found On Media Library
    Percussionista Internazionale
  • Collaborazione artigianale

    Sartoria - Collaborazione artigianale

    Image Not Found On Media Library
    Sartoria
KALE - Kale